Dalla passione per l'arte contemporanea e l'amore per le Langhe, buen retiro e luogo di residenza estiva sin dagli anni' 70, è nato quasi per gioco il Parco d'Arte Quarelli. Tanti artisti torinesi sono stati ospiti della tenuta Quarelli, lasciando così man mano traccia indelebile del loro passaggio, non solo in casa ma anche in esterno, a perfetto corollario e complemento di quella meravigliosa terra ̶ Langhe-Roero e Monferrato ̶ che ha ottenuto recentemente un prestigioso riconoscimento entrando nel Patrimonio dell'Umanità Unesco. L'acquisto della casa e la successiva nascita del Parco d'Arte sono frutto di coincidenze della vita e del destino, che sicuramente hanno trovato il loro fulcro in Don Pierpaolo Riccabone, Parroco di San Giorgio Scarampi. Insegnante di religione al Liceo Artistico Cottini di Torino, persona speciale e instancabile animatore di quei luoghi, nonchè e soprattutto caro amico di famiglia, è stato grazie a lui che tutto quel milieu artistico torinese dell'epoca ha iniziato a frequentare assiduamente i Quarelli, lasciando man mano testimonianze artistiche preziose. Con il tempo l'arte ha iniziato a spingersi oltre le pareti di casa, per entrare in contatto diretto con la natura e diventare parte del paesaggio. E' nato così, in modo spontaneo, sviluppandosi e allargandosi sempre di più negli anni, il Parco d'Arte Quarelli, che al momento conta più di una ventina tra sculture e installazioni di grandi dimensioni, di artisti di fama o talenti emergenti.

connubio tra arte e natura

Il suo presupposto, la sua origine deriva dall'infinito amore per il bello e dalla volontà di condivisione di quella fervida passione per l'arte contemporanea, che ha contraddistinto la vita dei suoi creatori.

Magico e suggestivo il connubio tra arte e natura che si realizza nel Parco: poterne godere condividendolo con gli amici, gli ospiti del B&B, gli abitanti del territorio o anche solo con il passante o turista casuale, è la ragion d'essere fondante della sua esistenza.

SENZA FRONTIERE

a cura di Alessandro Demma

17 GIUGNO – 15 OTTOBRE 2017


Senza Frontiere è il titolo della mostra dedicata ai linguaggi della scultura e dell’installazione negli splendidi scenari del Parco d’Arte Quarelli.

SCOPRI

30+

opere in collezione permanente

Simone Benedetto
Simone Consiglio
Marta Fumagalli
Egidio Iovanna
Francesco Lupo
Simona Mosca e Demis Pascal
Alfredo Aceto
Salvatore Astore
Ermanno Barovero
Simone Benedetto
Nazareno Biondo
Domenico Borrelli
Umberto Cavenago
Carlo D’Oria
Paolo Grassino
Enrico Iuliano
Luigi Mainolfi
Bruno Munari
Johannes Pfeiffer
Renato Sabatino
Kimitake Sato
Saverio Todaro
Adrian Tranquilli
Valeria Vaccaro
Ronald Ventura
Fabio Viale
Riccardo Cordero
Maurizio Taioli
Luigi Stoisa
Gabriele Garbolino Rù

Le opere della collezione permanente